Diritto di recesso

Diritto di recesso

Al consumatore non soddisfatto della merce è consentito di restituirla e di ottenere la sostituzione della stessa o il rimborso del prezzo pagato con la sola esclusione delle spese di trasporto (sia per l’invio che per la restituzione) (legge 50/1992), comunicando tale intenzione a mezzo raccomandata entro 10gg dalla data di ricevimento del pacco. La comunicazione può essere inviata anche a mezzo fax, purché la decisione di avvalersi del diritto di recesso sia confermata mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno entro le 48 ore successive. La raccomandata deve contenere copia del nostro scontrino fiscale e/o della nostra fattura. Come disposto dall’art. 5 comma 3 del Dgls citato sono esclusi dal diritto di recesso: gli acquisti per importi inferiori a € 26. Il diritto di recesso, inoltre, non si applica al Cliente che acquista per finalità inerenti la propria attività lavorativa (per es: uso strumentale, rivendita ecc.) e che pertanto comunichi al Fornitore la propria Partita IVA. La merce non è fornita per essere provata prima. Il rimborso avviene, come previsto dalla legge, nel più breve tempo possibile, ma nel termine massimo di 30gg dal ricevimento della merce resa.

Controversie

In caso di controversia è esclusivamente competente l’Autorità Giudiziaria di Roma.